• Ven. Set 18th, 2020

FARAFINA'S VOICE

"La cultura non fa le persone. Sono le persone a fare la cultura. Il razzismo non dovrebbe esistere, però non vinci un biscotto se lo combatti" – Chimamanda Ngozie Adichie

Gli assorbenti e la sfida delle mestruazioni

Tante persone in diverse realtà africane non possono permettersi prodotti sanitari di base. Uno di questi è l’assorbente femminile.
In alcune zone rurali degli stati africani, tante donne e ragazze combattono ancora contro le mestruazioni. Anche se il ciclo mestruale è un processo naturale, è spesso associato a pregiudizi e misconcetti  che portano una serie di problematiche sociali alle ragazze, tra cui le assenze scolastiche.
Se le donne occidentali sono abituate ad utilizzare confortevoli assorbenti igienici, lo stesso non si può dire delle ragazze dall’altra parte del mondo. Molte usano stracci, carta igienica o fogli di giornale per cercare di contenere le perdite, ma nessuno di questi metodi  funziona al meglio e molto spesso sono anche causa di infezioni e lesioni.
Questo problema ha spinto Edith Mborate, giornalista radiofonica presso la stazione radio B.A.R. (Brong Ahafo Radio) in Ghana, a fare un reportage sulla situazione nelle zone rurali. DSC_0254.JPGEntrata in contatto con molte ragazze, queste le hanno confidato il disagio che provano ad andare a scuola quando hanno il ciclo, di come siano vittime dei ragazzi che le prendono in giro quando macchiano gli indumenti e di come sia molto difficile gestire il ciclo in assenza di bagni per sole ragazze. Dal reportage, Edith si è mossa in avanti: ha creato nell’ottobre 2017 la Mborate Women Empowerment, una fondazione caritatevole per la donazione di assorbenti, l’educazione sul ciclo mestruale e la costruzione di bagni separati nelle scuole. Al suo primo giro Edith è riuscita a donare assorbenti a 200 ragazze di alcuni villaggi rurali tra cui anche Techiman, il villaggio in cui è nata.

EdithNonostante le varie difficoltà che incontra, come trovare degli sponsor disposti ad investire in assorbenti e riuscire a sensibilizzare la comunità sul fatto che il ciclo mestruale non è un argomento tabù, Edith non è disposta ad arrendersi e si rivolge a chiunque voglia donare gli assorbenti o denaro per comprarli. La sua attività caritatevole si estende anche ad altri beni di prima necessità come indumenti intimi, detergenti intimi e tutto quello che serve per la cura della femminilità. Il suo prossimo obiettivo è quello di attivarsi con i social per sensibilizzare più persone possibili.

Niamke N. Lynda

Niamke N. Lynda

Niamke N. Lynda

Dottoressa in Lingue e culture per l’editoria e in Giornalismo e cultura editoriale, Lynda è nata in Costa d'Avorio da madre ivoriana e padre ghanese. Trasferitasi in Italia all'età di 8 anni, vi ha seguito tutta la sua formazione scolastica. Il suo amore per l'Africa, le ha fatto decidere di fare un'esperienza in Ghana, dove ha perfezionato quelle che sono le sue conoscenze e competenze orali e tecniche nell'ambito del giornalismo.

2 commenti su “Gli assorbenti e la sfida delle mestruazioni”
  1. Ho visto un attimo di sfuggita il blog ma mi sembra davvero interessante. Se vuoi nel mio porto temi come immigrazione, Africa e Medio Oriente, se ti va facci un salto 😉 complimenti ancora

Dai, lascia un tuo parere!