• Mar. Lug 27th, 2021

FARAFINA'S VOICE

"La cultura non fa le persone. Sono le persone a fare la cultura. Il razzismo non dovrebbe esistere, però non vinci un biscotto se lo combatti" – Chimamanda Ngozie Adichie

#LoSapevate che in “Kirikù e la strega Karaba” si parla di stupro?Questa è una cosa che ho scoperto anni fa, ma che ho riletto da poco. Ho quindi deciso di condividerla con voi. Nel cartone animato “Kirikù e la strega Karaba”, il grande saggio delle montagne racconta la genesi dell’ira di Karaba: le è stata infilzata una spina nella schiena, dalla quale deriva il suo odio per gli uomini che le hanno afflitto tale dolore. Ho scoperto che in realtà, Karaba è stata stuprata e la spina simboleggia la violenza collettiva della quale è stata vittima. L’argomento sesso, essendo tabù in Africa, si è cercato di rappresentarlo in un modo più “accessibile”. Karaba è stata violentata e avendo perso la sua virtù è stata cacciata dal villaggio senza essere sostenuta dalle donne. Ha così deciso di farla pagare a tutti.

Andress Kouakou

Dottoressa in Mediazione linguistica e in Giornalismo e cultura editoriale, Andress Kouakou è nata in Costa d'Avorio dove ha trascorso una parte della sua adolescenza. Si è poi trasferita in Italia, all'età di 14 anni tramite ricongiungimento famigliare, dove ha proseguito la sua formazione scolastica. Prima di abbracciare il sogno delle parole, aveva scelto l'ambito meccanico nel quale ha conseguito il diploma. Un perito meccanico che sceglie le lingue, possiamo dire che la sua è una vera e propria riconversione ;) Ha così concluso il suo percorso universitario con un tirocinio a Parigi in una web radio dove ha acquisito competenze orali e tecniche.

Dai, lascia un tuo parere!