Alla scoperta di un popolo: i Fulani

I fulani sono un popolo presente in una ventina di paesi dell’Africa. Li ritroverete nei paesi nordici (come la Mauritania, il Tchad, il Niger), in quelli del centro (Camerun, Repubblica Centrafricana) e del sud.  Per via del loro lavoro da allevatori, sono nomadi che si spostano un po’ ovunque. si riconoscono dal colore della pelle molto chiaro e dal naso sottile. I Fulani sono un popolo chiuso, ma con una cultura molto accessibile e copiata.
I loro spostamenti hanno facilitato gli scambi culturali con altre popolazioni. La loro origine e quella della loro identità continuano a essere oggetto di dibattito. Gli indigeni stessi si fanno chiamare Pullo (al plurale, Fulbhe). La parola Pullo deriva dal verbo fullade che significa “sparpagliarsi”. Gli altri termini come Fulani,  o Flla gli sono stati attribuiti da altre etnie.

Flickr Wodaabe Fulani.jpg
Uomini fulani

Prevalentemente musulmani, una parte dei Fulani dell’Africa occidentale è stata diffusore dell’Islam sunnita insieme ad alcune figure importanti della storia dell’Africa come Usman Dan Fodio, fondatore dell’Impero del Sokoto. Mentre l’altra parte si è occupata a diffondere il Sufismo, creando confraternite e scuole coraniche.
I Fulani praticano l’endogamia, cioè si sposano all’interno del medesimo clan. Il popolo fula si divide in caste che sono: i nobili, gli artigiani e i servitori. La donna fula non indossa il velo e non subisce il levirato, il matrimonio tra il fratello del defunto e la vedova, alla morte del marito.
Esistono quattro tipi di matrimonio fula:
FulaniWoman2.jpg
Donna fula

    • il primo tipo di matrimonio si svolge all’età di ventun anni ed è deciso dai genitori;
    • il secondo, dopo un divorzio o la perdita del marito;
    • il terzo tipo è un matrimonio per unire due famiglie economicamente;
    • l’ultimo tipo è il concubinato tra un nobile e una serva o una donna di casta inferiore.

Le donne fulani hanno una carnagione particolarmente chiara rispetto alle donne di altre etnie. Esiste un mito che racconta che possiedono i segreti della bellezza. Infatti usano diversi tipi di cosmetici e pratiche di bellezza. Una tra le tante è il tatuaggio tunpungalle. Si tratta di un tatuaggio permanente che si fanno sulla bocca e sulle gengive. Lo scopo di questa pratica è di far risaltare il candore dei denti quando sorridono.

Fula_mouth_tattoo_closeup.jpg
Donna fula che esegue tatuaggio tunpungalle

La bellezza è considerata come parte integrante della cultura fula. Alte, snelle, con capelli morbidi e nasi finissimi, le donne fulani si considerano le donne più belle del mondo.
 
Andress Kouakou
 

Interessante? allora metti Like e seguici
error

1 Trackback / Pingback

  1. Alla scoperta di un popolo 2: Gli Himba – Farafina's Voice

Dai, lascia un tuo parere!