"Caccia alla moglie": Nestlé ritira la pubblicità in Marocco.

Il grande colosso alimentare della Svizzera è stato costretto a cancellare una  campagna pubblicitaria online dopo che questa è stata definita sessista. La mini serie intitolata ‘Voglio sposarmi’, ritrae cinque giovani donne che competono tra loro per impressionare la madre dell’uomo da amogliare. Il primo episodio vede le aspiranti mogli competere cucinando un dessert a base di latte condensato della Nestlé.
20180429_164039Molti sono stati i marocchini che hanno criticato la campagna pubblicitaria dicendo che questa era degradante e antiquata. Alcuni hanno usato l’hashtag  #shameonNestlé (vergogna alla Nestlé), dicendo che le donne marocchine si meritano di meglio.
20180429_210941.png
La storica Samia Errazzouki, precedentemente giornalista d’istanza in Marocco ha condiviso su Twitter un pezzo del video. Ha inoltre sottolineato una descrizione della pubblicità fatta dal manager dell’azienda in Marocco, che ha detto che la scelta dell’approccio stereotipato della campagna è deliberatamente voluta in quanto può essere interpretata in molti modi diverse. Ha inoltre definito il loro spot “un argomento discutibile e divertente”.
Questa dichiarazione ha ulteriormente infiammato gli animi sui social e costretto l’aministatore generale dell’azienda a pronunciarsi dicendo che l’azienda non aveva nessuna intenzione di offendere, ma “Visto le circostanze, decidiamo di ritirare lo spot Baghi Ntzewej (Voglio sposarmi) con effetto immediato.
Niamke N. Lynda

Interessante? allora metti Like e seguici
error
Niamke N. Lynda
About Niamke N. Lynda 75 Articles
Dottoressa in Lingue e culture per l’editoria e in Giornalismo e cultura editoriale, Lynda è nata in Costa d'Avorio da madre ivoriana e padre ghanese. Trasferitasi in Italia all'età di 8 anni, vi ha seguito tutta la sua formazione scolastica. Il suo amore per l'Africa, le ha fatto decidere di fare un'esperienza in Ghana, dove ha perfezionato quelle che sono le sue conoscenze e competenze orali e tecniche nell'ambito del giornalismo.

Be the first to comment

Dai, lascia un tuo parere!