Il primo calendario gregoriano con nomi africani

Il professore universitario Babacar Mbaye Diop ha avuto la brillante idea di creare un calendario gregoriano con soli nomi senegalesi.
Per dodici anni, Babacar Diop, specialista di filosofia dell’arte e della cultura, ha attraversato tutto il Senegal in cerca di nomi con origini puramente senegalesi. L’obiettivo principale di questo viaggio era di ritrovare il passato perduto della terra della Teranga.
“L’ho fatto per la salvaguardia e la conservazione di un così importante patrimonio. Perché ho notato che con l’andare del tempo, tralasciamo i nomi di origine senegalese per quelli di origine araba come Mohamed, Babacar o occidentale come Jean, Pierre. Dimentichiamo che prima di diventare musulmani o cristiani, i nostri antenati avevano dei nomi”, spiega Diop all’università di Cheick Anta di Dakar dove a fine marzo ha presentato la sua opera.
In tutto, Diop dice di aver censito cinquecento nomi tipicamente senegalesi e provenienti da tutti i dialetti del paese. Maty, Youma, Ngoor e molti altri sono nomi che per la maggior parte del tempo, rinviano a fatti accaduti e sostituiranno alla perfezione i nomi musulmani e cristiani. Il calendario gregoriano sarà gratuito e accessibile a tutti i senegalesi. Il professore spera così di riuscire a raggiungere il massimo della popolazione possibile e a facilitare una presa di coscienza.
L’immagine di copertina proviene dal sito Senepeople.tv
Andress Kouakou

Interessante? allora metti Like e seguici
error
Andress Kouakou
About Andress Kouakou 67 Articles
Dottoressa in Mediazione linguistica e in Giornalismo e cultura editoriale, Andress Kouakou è nata in Costa d'Avorio dove ha trascorso una parte della sua adolescenza. Si è poi trasferita in Italia, all'età di 14 anni tramite ricongiungimento famigliare, dove ha proseguito la sua formazione scolastica. Prima di abbracciare il sogno delle parole, aveva scelto l'ambito meccanico nel quale ha conseguito il diploma. Un perito meccanico che sceglie le lingue, possiamo dire che la sua è una vera e propria riconversione ;) Ha così concluso il suo percorso universitario con un tirocinio a Parigi in una web radio dove ha acquisito competenze orali e tecniche.

Be the first to comment

Dai, lascia un tuo parere!