• Dom. Ott 17th, 2021

FARAFINA'S VOICE

"La cultura non fa le persone. Sono le persone a fare la cultura. Il razzismo non dovrebbe esistere, però non vinci un biscotto se lo combatti" – Chimamanda Ngozie Adichie

Unilez Yebowaah Takyi: “Tokyo 2020? Un sogno che si realizza!”

Dalla città del premio di Suzzara al Paese del Sol Levante con furore!

Vi ricordate della giovane nuotatrice Unilez Yebowaah Takyi, campionessa ghanese nei 50sl? Se no, eccovi il precedente articolo su questa bravissima atleta!

Niente ha potuto fermarla dal suo obiettivo, nemmeno il covid! Tra una chiusura e l’altra degli impianti sportivi, Unilez si è allenata tra il Centro Piscine della sua città e Komodo, la piscina della città di Boretto, dove ha avuto anche il supporto tecnico del coach Giuliano Ferretti della squadra Equipesportiva.

Con il rinvio dei giochi ho cercato di pensare al lato positivo: c’era più tempo per prepararsi, ma non è stato per niente facile. Tra la DAD e la scuola in presenza andavo tutti i giorni avanti e indietro a Boretto per allenarmi… c’è stato un momento in cui ho pensato che non ce l’avrei fatta a recuperare i mesi di allenamento persi e figuriamoci pensare di qualificarmi per le olimpiadi, ma la speranza c’era ed era forte; poi 14 giorni fa è arrivata la convocazione. Ero felice ma è stato anche un choc e quindi non ho esultato come avrei voluto!

La giovane atleta che ora si trova a Inawashiro, distretto di Fukushima, per 2 settimane di allenamento in carico, rappresenterà la sua Nazione d’origine ai giochi olimpici di Tokyo con orgoglio e gratitudine.

da destra a sinistra: nuotatore Abeku Jackson, presidentessa Delphina Quaye, coach nazionale Daniel Opare, assistente GOC Farida Iddrissi e nuotatrice Unilez Takyi

Unilez ha 16 anni è nata a Mantova, è di origini Ghanese e frequenta il liceo Scientifico della sua città di residenza. Nuota da 13 anni di cui 7 in agonismo e 2 con la nazionale ghanese. È campionessa ghanese in carica nei 50sl e campionessa Italiana uisp sempre nei 50sl, titolo ottenuto a Riccione il 20 giugno 2021 ai Nazionali estivi.

Da quella gara, non mi aspettavo niente di particolare, il mio obiettivo era nuotare bene e applicare alcune tecniche insegnatomi dal coach Giuliano. Era poi una gara in cui solo i master potevano avere i costumoni, quindi ho nuotato con il costumino normale da allenamento che dà meno fluidodinamica e più attrito. Alla fine comunque è andata più che bene direi.

Un grosso in bocca a lupo da Farafina’ s Voice piccola campionessa! Sei un esempio di quanto determinazione e impegno siano fondamentali per raggiunge traguardi importanti!

Lynda Niamke

Dottoressa in Lingue e culture per l’editoria e in Giornalismo e cultura editoriale, Lynda è nata in Costa d'Avorio da madre ivoriana e padre ghanese. Trasferitasi in Italia all'età di 8 anni, vi ha seguito tutta la sua formazione scolastica. Il suo amore per l'Africa, le ha fatto decidere di fare un'esperienza in Ghana, dove ha perfezionato quelle che sono le sue conoscenze e competenze orali e tecniche nell'ambito del giornalismo.

Dai, lascia un tuo parere!