• Sab. Apr 20th, 2024

FARAFINA'S VOICE

"La cultura non fa le persone. Sono le persone a fare la cultura. Il razzismo non dovrebbe esistere, però non vinci un biscotto se lo combatti" - Chimamanda Ngozie Adichie

La Carta di Mandé, la costituzione più antica del mondo

Oggi 17 marzo, in Italia è la Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandierala e si celebra la nascita della Costituzione italiana datata 1861. 161 anni fa infatti nasceva il documento che celebra la nascita dello stato italiano.

Una Costituzione è la principale fonte del diritto di una repubblica, cioè quelle fondamenta sulla quale vengo costruite tutte le altre norme giuridiche di uno stato. Questo documento è stato un grande risultato della storia moderna italiana, ma qual è stato il primo ad essere stato redato? Si pensa che la prima costituzione al mondo sia quella degli Stati Uniti d’America ed è considerata la più antica costituzione nazionale scritta tuttora vigente. Vero ma non completamente. È vero che è la più antica tuttora vigente (17 settembre 1787), ma non che sia la prima in assoluto, infatti la prima forma di Stato costituzionale si realizzò nel 1689 in Inghilterra con la Dichiarazione dei diritti che fissava i limiti del potere regio. Andando ancora a ritroso nel tempo, ci ritroviamo in Africa, la culla dell’umanità a tutto tondo, con la Carta di Mandé o di Kouroukan Fouga.

La Carta di Mandé, Manden Kalikan in lingua Malinké, è la costituzione più antica del mondo. Ci troviamo nel 12-13esimo con secolo Soundiata Keïta, fondatore di quello che poi divenne l’impero del Mali. Durante la costruzione dell’impero, il futuro sovrano Keïta fece redare una carta di vita comune che venne poi proclammata il giorno della sua incoronazione. Tramandata di generazione in generazione, la Carta di Mandé si basa su valori ancora profondamente radicati nelle società saheliane (Mali, Senegal, Niger e Guinea Bissau): la coesistenza tra il potere e i cittadini, tra gli individui e la società e la cooperazione tra i popoli e tra le differenti generazioni (bambino, giovane, anziano).

Ogni vita umana è una vita, non ce n’è una superiore a un’altra; nessuno potrà più mettere il morso nella bocca di un suo simile, né potrà venderlo, da oggi la schiavitù non esisterà più.

– Carta di Mandé

Riscoperta alla fine degli anni ’90 e iscritta dall’Unesco nella lista del patrimonio intangibile dell’umanità, la Carta di Mandé ci insegna che la libertà dell’individuo è stata proclamata in Africa fino dall’inizio del XII secolo.

Se siete incuriositi, vi consiglio di leggere “L’ ambigua avventura” di Cheikh Hamidou Kane, un classico di tutte le scuole francofane che racconta della storia dell’imperatore Soundiata Keïta.

Di Lynda Niamke

Dottoressa in Lingue e culture per l’editoria e in Giornalismo e cultura editoriale. Nata in Costa d'Avorio trasferitasi in Italia all'età di 8 anni, vi ha seguito tutta la sua formazione scolastica. L' amore per l'Africa, la port a fare un'esperienza in Ghana, dove perfeziona quelle che sono le sue conoscenze e competenze orali e tecniche nell'ambito del giornalismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *